• Sulle ali della fantasia, ogni libro apre i confini della mente, per rendere infiniti i paesaggi del mondo interiore...
  • Non sentite anche voi diffondersi un delicato ed irresistibile profumo di libri?
  • Mani che creano veloci, occhi che cercano colori e ricordi, desideri antichi di inventare nuove forme: la Bellezza che l'anima rincorre!


 

"ESSERE UMANI.
Prospettive per il futuro"


Autore Emilio del Giudice

25,50 euro




Un libro che, nei limiti di ogni sapere che pretenda di sfidare il mistero della vita umana, intende dare ai lettori la possibilità di recuperare l’unitarietà dei saperi e dei metodi in grado di reagire alla diaspora, propria del nostro tempo, delle dottrine e delle identità.

Questo libro intende fornire un contributo significativo ad un sapere critico sull'essere umano nell'idea di riportare in un unico corpo la molteplicità dei saperi possibili dispersi e spesso contrapposti tra loro.

Nei vari saggi presenti nel libro si possono ritrovare molti elementi provenienti dalla tradizione antica, rivisitata con gli occhi di studiosi contemporanei, insieme a letture interdisciplinari della realtà tra fisica quantistica, sociologia, psicologia, interculturalità e spiritualità; tra psicoterapia, antropologia, biologia e filosofia.

In particolare i diversi studiosi - tra i quali un Premio Nobel per la medicina e due Premi Prigogine per la biofisica - si confrontano con alcuni dei grandi interrogativi del pensiero contemporaneo: come i cambiamenti dei paradigmi nelle scienze sociali influenzano la concezione della "cultura" e della sua pratica e come il paradigma quantistico fornisce un quadro adeguato a comprendere la complessità dell'essere umano sia ad Occidente come ad Oriente?

Si può dire che è solo nella massa che l'individuo entra in risonanza con i suoi simili e acquista la consapevolezza di specie?

E, ragionando sempre entro il paradigma quantistico, si può cominciare a pensare alla trasmissione culturale come a una memetica di risonanza in un'ottica di co-costruzione consapevole della realtà?

Al di là poi delle teorie divergenti sulla natura, gli esercizi spirituali della natura e del corpo, ripresi dagli antichi o nati dalla ricerca delle nuove pratiche filosofiche, vengono o meno a costituire una sorta di metafilosofia della natura?

E ancora, la teoria quantistica dei campi conferma l'intuizione reichiana sulla funzione dell'orgasmo come necessario alla buona salute dell'organismo?

E questa tendenza alla risonanza con la più ampia parte possibile di universo è l'aspetto fondamentale della dinamica del vivente, la ricerca dell'altro da sé?

Si ha oggi la consapevolezza che il ruolo fondamentale nei sistemi fisici non è dato dalla natura ontologica dei componenti, ma dalla loro organizzazione collettiva e dal loro insieme di relazioni?

E come avviene nella pratica bioenergetica la trasformazione degli eventi somatici in eventi emozionali?

Nei limiti di ogni sapere che tenta di comprendere il mistero della vita umana, questo libro intende dare ai lettori la possibilità di recuperare l'unitarietà dei saperi e dei metodi in grado di reagire alla diaspora, propria del nostro tempo, delle dottrine e delle identità.

Significativa dunque la scelta di costruire l'immagine in copertina come quella di un velo che impedisce all'essere umano di liberare la propria anima, ma che può essere squarciato e dal quale emerge il volto di una bambina del nuovo mondo.

Emilio Del Giudice è fisico teorico.
Alberto Giasanti è sociologo del diritto.
Luciano Marchino è psicoterapeuta somatorelazionale.