• Sulle ali della fantasia, ogni libro apre i confini della mente, per rendere infiniti i paesaggi del mondo interiore...
  • Non sentite anche voi diffondersi un delicato ed irresistibile profumo di libri?
  • Mani che creano veloci, occhi che cercano colori e ricordi, desideri antichi di inventare nuove forme: la Bellezza che l'anima rincorre!

Biografia di

 
"In biologia c’è una definizione, quella di “simbionti”, due esseri che hanno bisogno l’uno dell’altro, in uno scambio reciproco di benefici.
Questo non è il caso del rapporto uomo/piante: infatti noi abbiamo un’assoluta necessità delle piante.
Le piante producono una serie di elementi che sono fondamentali della nostra vita: per citarne solo due, ossigeno e alimenti. Tutto ciò che noi mangiamo, infatti, deriva dalle piante: anche se mangiamo carne, dobbiamo ricordarci che gli animali hanno mangiato piante."

Stefano Mancuso
www.gliamantideilibri.it - intervista di Chiara Barra - 12 settembre 2013



Stefano Mancuso, scienziato di prestigio mondiale, insegna Arboricoltura generale e coltivazioni arboree all’Università di Firenze, dirige il Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale (LINV).

Membro fondatore dell’International Society for Plant Signaling & Behavior, ha insegnato in università giapponesi, svedesi e francesi ed è accademico ordinario dell’Accademia dei Georgofili.

Nel 2012 «la Repubblica» lo ha indicato tra i 20 italiani destinati a cambiarci la vita e nel 2013 il «New Yorker» lo ha inserito nella classifica dei “world changers”.

Con la sua start-up universitaria PNAT ha brevettato "Jellyfish Barge", il modulo galleggiante per coltivare ortaggi e fiori completamente autonomo dal punto di vista di suolo, acqua ed energia presentato all’EXPO Milano 2015 che si è aggiudicato l’International Award per le idee innovative e le tecnologie per l’agribusiness dell’United Nations Industrial Development Organization (UNIDO).

È autore di volumi scientifici e di centinaia di pubblicazioni su riviste internazionali.

Le sue pubblicazioni:








 
"Botanica". Viaggio nell'universo vegetale
"Plant revoluction"
"Biodiversi"
"Uomini che amano le piante"
"Verde brillante". Sensibilità e intelligenza del mondo vegetale
"Discorso sulle erbe". Dalla botanica di Leonardo alle reti vegetali
"L'incredibile viaggio delle piante"
"La nazione delle piante"
"La pianta del mondo"


Dal sito Leggere:tutti

Premio Galileo per la divulgazione scientifica – vince Plant Revolution di Stefano Mancuso

21 maggio 2018
Il premio è stato assegnato da una giuria popolare di 100 studenti: importantissimo il contributo della letteratura scientifica nella divulgazione, soprattutto tra i più giovani.

Il vincitore della XII edizione del Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica è Stefano Mancuso, professore all’Università di Firenze, e direttore del Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale (LINV).

A valergli il premio il suo "Plant Revolution".

Le piante hanno già inventato il nostro futuro (Giunti, 2017), un libro dove le piante, in quanto “organismi sociali sofisticati ed evoluti”, si rivelano molto più resistenti e moderni degli animali, organismi dai quali non solo dipende la nostra vita, ma che diventano modello virtuoso di come potrebbe essere il nostro futuro.

La Cerimonia di assegnazione del Premio Galileo si è tenuta lo scorso 18 maggio presso l’Aula Magna del Palazzo Bo di Padova, dove Mancuso ha trionfato con 37 voti della giuria popolare, composta da 100 giovani studenti provenienti dai maggiori atenei italiani e 10 classi delle scuole superiori di Padova e Rovigo.

Nel corso della cerimonia, condotta dalla giornalista RAI Eva Giovannini, l’astrofisica Sandra Savaglio, presidentessa della giuria scientifica, ha sottolineato l’importanza dei libri di divulgazione scientifica, spesso considerati a torto un genere letterario minore...

vedi articolo originale cliccando QUI



I suoi libri su