• Sulle ali della fantasia, ogni libro apre i confini della mente, per rendere infiniti i paesaggi del mondo interiore...
  • Non sentite anche voi diffondersi un delicato ed irresistibile profumo di libri?
  • Mani che creano veloci, occhi che cercano colori e ricordi, desideri antichi di inventare nuove forme: la Bellezza che l'anima rincorre!

Biografia di

 

  • Jeremy Rifkin
  •  

    Jeremy Rifkin

    "La Terza rivoluzione industriale ci offre la speranza di poter raggiungere una nuova era sostenibile post carbonio, evitando la catastrofe del cambiamento climatico. Disponiamo delle conoscenze scientifiche e tecnologiche, e delle linee guida per renderlo possibile.
    Ora la questione è essere disposti a riconoscere le opportunitàeconomiche che ci attendono e trovare la determinazione per coglierle in tempo."


    I suoi libri

    Le sue Perle di Saggezza

    Jeremy Rifkin è un teorico economico e sociale americano, scrittore, oratore pubblico, consigliere politico e attivista.
    Rifkin è l'autore di più di 20 libri sull'impatto dei cambiamenti scientifici e tecnologici sull'economia, sulla forza lavoro, sulla società e sull'ambiente. Rifkin è nato a Denver il 26 gennaio 1945, in Colorado.
    È cresciuto nella parte sud-ovest di Chicago. È stato presidente della classe di laurea nel 1967 presso l'Università della Pennsylvania, dove ha conseguito una laurea in Economia presso la Wharton School of Finance and Commerce.
    Rifkin ha anche ottenuto il Premio al merito dell'Associazione degli Alunni della University of Pennsylvania del 1967.
    Nel 1967, mentre passava davanti a un gruppo di studenti che protestavano contro la guerra del Vietnam e picchettavano l'edificio amministrativo, vide alcuni suoi amici della fratellanza che picchiavano i protestanti alla luce del giorno. Ne rimase molto colpito e il giorno successivo organizzò una manifestazione per la libertà di parola. Da quel momento in poi, Rifkin divenne rapidamente un membro attivo del movimento per la pace .
    Frequentò poi la Fletcher School of Law and Diplomacy presso la Tufts University (MA, International Affairs, 1968) dove ha continuato le attività contro la guerra.
    Successivamente si è unito a Volunteers in Service to America (VISTA).

    Nel 1973, Rifkin organizzò una protesta di massa contro le compagnie petrolifere alla commemorazione del 200° anniversario del Boston Tea Party a Boston's Harbour.
    Migliaia di persone si unirono alla protesta, mentre alcuni attivisti scaricarono barili di petrolio vuoti nel porto di Boston.
    La protesta arrivò sulla scia dell'aumento dei prezzi della benzina nell'autunno del 1973, a seguito dell'embargo petrolifero dell'OPEC. La stampa intitolò la protesta "Boston Oil Party".

    Nel 1978, con Ted Howard, ha fondato la Foundation on Economic Trends (FOET), che è attiva nelle questioni di politica pubblica nazionali e internazionali relative all'ambiente, all'economia e ai cambiamenti climatici. FOET esamina le nuove tendenze e il loro impatto sull'ambiente, l'economia, la cultura e la società e si impegna in contenziosi, istruzione pubblica, costruzione di coalizioni e attività di base per l'organizzazione dei propri obiettivi.
    Rifkin divenne uno dei primi maggiori critici della nascente industria delle biotecnologie con la pubblicazione del 1978 del suo libro, "Who Should Play God?"

    Nel 1981 pubblica "Entropy: A New World View" in cui spiega come il concetto fisico di entropia si applica all'energia nucleare e solare, al degrado urbano, all'attività militare, all'istruzione, all'agricoltura, alla salute, all'economia e alla politica. Fu chiamato dal Minneapolis Tribune "Una visione globale del mondo" e "un successore appropriato di ... Silent Spring, The Closing Circle, The Limits to Growth e Small Is Beautiful". Il lavoro di Rifkin fu fortemente influenzato dalle idee espresse da Nicholas Georgescu-Roegen nel suo libro del 1971 "The Entropy Law and the Economic Process". Georgescu-Roegen scrisse la postfazione nell'edizione riveduta di "Entropy" del 1989.

    Nel 1989, Rifkin ha riunito scienziati del clima e attivisti ambientali di 35 nazioni a Washington, DC, per il primo incontro del "Global Greenhouse Network". Nello stesso anno, Rifkin ha tenuto una serie di conferenze a Hollywood sul riscaldamento globale e sulle relative questioni ambientali per un vasto assortimento di leader del settore cinematografico, televisivo e musicale, con l'obiettivo di organizzare la comunità di Hollywood.
    Poco dopo si formarono due organizzazioni ambientaliste di Hollywood, Earth Communications Office (ECO) e Environmental Media Association.

    Nel 1993, Rifkin ha lanciato la Beyond Beef Campaign, una coalizione di sei gruppi ambientalisti tra cui Greenpeace, Rainforest Action Network e Public Citizen, con l'obiettivo di incoraggiare una riduzione del 50% del consumo di carne bovina, sostenendo che le emissioni di metano dai bovini hanno un effetto riscaldante 23 volte maggiore del biossido di carbonio.

    Il suo libro del 1995, "The End of Work", è accreditato da alcuni per aver contribuito a plasmare l'attuale dibattito globale sull'automazione, lo spostamento tecnologico, il ridimensionamento aziendale e il futuro dei posti di lavoro.

    Il suo libro del 1998, "The Biotech Century", affronta questioni che accompagnano la nuova era del commercio genetico. La rivista "Nature", nella sua recensione del libro, messo in evidenza l'impegno di Rifkin per attirare l'attenzione sul crescente anmento dei pericoli reali e potenziali e sui problemi etici sollevati dalle tecnologie genetiche.

    Il lavoro di Rifkin nelle scienze biologiche include la difesa dei diritti degli animali e la protezione degli animali in tutto il mondo.

    Il libro "The Age of Access", pubblicato nel 2000, è stato il primo a introdurre l'idea che la società sta iniziando a passare dalla proprietà della proprietà sui mercati, all'accesso ai servizi nelle reti, dando vita alla Sharing Economy. Secondo il Journal of Consumer Research, "il fenomeno dell'accesso è stato documentato per la prima volta nella popolare business press da Rifkin (2000), che esamina principalmente il settore business-to-business e sostiene che viviamo in un'epoca di accesso in cui i regimi patrimoniali sono cambiati in regimi di accesso caratterizzati da un uso limitato a breve termine di beni controllati da reti di fornitori".

    Dopo la pubblicazione di "The Hydrogen Economy" del 2002, Rifkin ha lavorato sia negli Stati Uniti che in Europa per promuovere la causa politica dell'idrogeno generato rinnovabile. Negli Stati Uniti, Rifkin ha contribuito a fondare la Green Hydrogen Coalition, composta da tredici organizzazioni ambientali e politiche (tra cui Greenpeace e MoveOn.org ) impegnate nella costruzione di un'economia rinnovabile a base di idrogeno.
    Il suo libro del 2004, "The European Dream", è stato un bestseller internazionale e vincitore del premio Corine International Book Prize 2005 in Germania per il miglior libro di economia dell'anno.

    Nel 2011, Rifkin ha pubblicato "The Third Industrial Revolution; In che modo il potere laterale sta trasformando energia, economia e mondo" . Il libro è stato un best-seller del New York Times ed è stato tradotto in 19 lingue. Nel 2014, circa 500.000 copie erano in stampa nella sola Cina.

    Il 10 maggio 2012 Rifkin ha tenuto un discorso programmatico al "Global Green Summit 2012". La conferenza è stata ospitata dal governo della Repubblica di Corea e dal Global Green Growth Institute (GGGI), in associazione con l' Organizzazione per la cooperazione economica e Sviluppo (OCSE) e Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP). Anche il presidente Lee Myung-bak della Corea del Sud ha tenuto un discorso durante la conferenza e ha abbracciato la terza rivoluzione industriale per promuovere un'economia verde.
    Nel dicembre 2012, Bloomberg Businessweek ha riferito che il neoeletto premier cinese, Li Keqiang è un fan di Rifkin e aveva "detto ai suoi studiosi di stato di prestare molta attenzione" al libro di Rifkin, The Third Industrial Revolution: How Lateral Power is Transforming Energy, l'economia e il mondo.
    Sempre nel 2012 Rifkin ha ricevuto l'America Award della Fondazione Italia-USA.

    Nell'aprile 2014, esce "The Zero Marginal Cost Society: The Internet of Things, Collaborative Commons e The Eclipse of Capitalism. Nella primavera del 2015 Rifkin è stato insignito di un dottorato onorario dall'Università di Brazzers in Belgio e nell'autunno del 2015 ha anche ricevuto un dottorato onorario dall'Università di Liegi in Belgio.
    Nel novembre 2015, l'Huffington Post ha riferito da Pechino che "il Premier cinese Li Keqiang non ha solo letto il libro di Jeremy Rifkin, La terza rivoluzione industriale, ma l'ha preso a cuore, tanto da farne il nucleo del tredicesimo Piano quinquennale del paese, considerato il progetto per il futuro della Cina segnala il più importante cambiamento di direzione dalla morte di Mao e l'avvento della riforma di Deng Xiaoping e l'apertura nel 1978.
    Ancora nel 2015, Rifkin si classifica al 123° posto nel sondaggio mondiale WorldPost/HuffingtonPost 2015 di "Le voci più influenti al mondo". È anche elencato tra i primi 10 pensatori economici più influenti nel sondaggio.

    Il 31 gennaio 2017 la Banca centrale europea ha ospitato una conferenza sul tema "Nel futuro: il mercato integrato digitale in Europa". Rifkin ha tenuto un discorso programmatico sulla trasformazione dell'Unione europea in un intelligente paradigma della terza rivoluzione industriale. Il 7 febbraio 2017, la Commissione europea e il Comitato delle regioni europee hanno ospitato una conferenza a Bruxelles sul tema "Investire in Europa: costruire una coalizione di città e regioni intelligenti verso una terza rivoluzione industriale".

    Secondo "European Energy Review" "Forse nessun altro autore o pensatore ha avuto più influenza sull'ambiziosa politica climatica ed energetica dell'UE del famoso" visionario " americano Jeremy Rifkin. Negli Stati Uniti, ha testimoniato prima di numerose comitati congressuali e ha avuto successo nel contenzioso per garantire politiche governative responsabili su una varietà di questioni ambientali, scientifiche e tecnologiche. L'Unione degli scienziati interessati ha citato alcune pubblicazioni di Rifkin come riferimenti utili per i consumatori e The New York Times una volta affermò che "altri nel campo accademico, religioso e politico lodano Jeremy Rifkin per la volontà di pensare in grande, sollevare domande controverse e servire come profeta sociale ed etico".

    Rifkin è, dunque, il principale architetto del piano di sostenibilità economica a lungo termine della Terza Rivoluzione Industriale per affrontare la tripla sfida della crisi economica globale, della sicurezza energetica e dei cambiamenti climatici. La Terza rivoluzione industriale è stata formalmente approvata dal Parlamento europeo nel 2007 ed è ora in fase di attuazione da varie agenzie all'interno della Commissione europea .

    Rifkin lavora, inoltre, al Executive Education Program della Wharton School presso l'Università della Pennsylvania dal 1995, insegnando agli amministratori delegati e agli alti dirigenti a trasferire le loro attività commerciali in economie sostenibili.

    Rifkin ha tenuto conferenze presso molte aziende Fortune 500 e centinaia di governi, organizzazioni della società civile e università negli ultimi trentacinque anni.

    Rifkin è anche il presidente di TIR Consulting Group, LLC, in relazione a una vasta gamma di settori tra cui energia rinnovabile, trasmissione di energia, architettura, edilizia, IT, elettronica, trasporti e logistica.
    Il team di sviluppo economico globale di TIR sta lavorando con città, regioni e governi nazionali per sviluppare l'infrastruttura di Internet of Things (IoT) per un comune collaborativo e una terza rivoluzione industriale. TIR sta attualmente lavorando con le regioni dell'Hauts-de-France in Francia, la regione metropolitana di Rotterdam e L'Aia, e il Granducato di Lussemburgo nella concettualizzazione, costruzione e scala piano di una intelligente infrastruttura della terza rivoluzione industriale per trasformare le loro economie.

    In Italia si trovano i seguenti suoi libri:




















     

    "Un green new deal globale". Il crollo della civiltà dei combustibili fossili..., 2019.
    "Entropia. La fondamentale legge della natura da cui dipende la qualità della vita", con Ted Howard, 2000.
    "Dichiarazione di un eretico. Il dilemma del nucleare e dell'ingegneria genetica", 1988.
    "Guerre del tempo. Il mito dell'efficienza e del progresso e lo sconvolgimento dei ritmi naturali", 1989.
    "Dall'alchimia all'algenia. Le premesse della manipolazione genetica sull'uomo", 1994.
    "La fine del lavoro. Il declino della forza lavoro globale e l'avvento del post-mercato", 1995.
    "Il secolo biotech. Il commercio genetico e l'inizio di una nuova era", 1998.
    "L'era dell'accesso. La rivoluzione della new economy", 2000.
    "Ecocidio. Ascesa e caduta della cultura della carne", 2001.
    "Economia all'idrogeno. La creazione del Worldwide Energy Web e la redistribuzione del potere sulla terra", 2002.
    "Il sogno europeo. Come l'Europa ha creato una nuova visione del futuro che sta lentamente eclissando il sogno americano", 2004.
    "La civiltà dell'empatia. La corsa verso la coscienza globale nel mondo in crisi", 2010.
    "La terza rivoluzione industriale. Come il "potere laterale" sta trasformando l'energia, l'economia e il mondo", 2011.
    "La società a costo marginale zero. L'Internet delle cose, l'ascesa del Commons Collaborativo e l'eclissi del capitalismo", 2014.

    Tratto e tradotto da en.wikipedia.org



    I suoi libri su