• Sulle ali della fantasia, ogni libro apre i confini della mente, per rendere infiniti i paesaggi del mondo interiore...
  • Non sentite anche voi diffondersi un delicato ed irresistibile profumo di libri?
  • Mani che creano veloci, occhi che cercano colori e ricordi, desideri antichi di inventare nuove forme: la Bellezza che l'anima rincorre!

Biografia di

 

  • Giuditta Creazzo, Letizia Bianchi
  •  



    Giuditta Creazzo

     



    Letizia Bianchi

     

    Giuditta Creazzo


    Vive e lavora a Bologna.

    Svolge attività di ricerca, consulenza e formazione sui temi della violenza contro le donne.

    Dal 1990 è socia della Casa delle donne per non subire violenza.

    Autrice di varie pubblicazioni sul tema, nel 2008 ha curato "Scegliere la libertà: affrontare la violenza" (Franco Angeli).
    Nel 2009 insieme a Letizia Bianchi ha curato la stesura del libro "Uomini che maltrattano le donne. Che fare?".

    I suoi libri







     

    "Uomini che maltrattano le donne. Che fare?"
    "Violenze alle donne e risposte delle istituzioni", Franco Angeli,
    "Dal silenzio alla parola." La violenza sofferta e il desiderio di fermarla,
    "Scegliere la libertà: affrontare la violenza." Indagine ed esperienze dei Centri antiviolenza in Emilia-Romagna,
    "Violenza alle donne". Cosa è cambiato? Esperienze e saperi a confronto,
    "Mi prendo e mi porto via". Le donne che hanno chiesto aiuto ai Centri antiviolenza in Emilia-Romagna.






    Letizia Bianchi


    Letizia Bianchi ha insegnato Sociologia della famiglia all'Università di Bologna.

    E' soprattutto una maestra: il suo pensiero si articola nello scambio con le donne e gli uomini con cui insegna.

    Ha pubblicato articoli e saggi sul tema della relazione di cura.

    Tra questi ricordiamo:





     

    "Uomini che maltrattano le donne. Che fare?"
    "Le mamme vengono prima". Il lavoro e gli affetti delle educatrici di nido
    "A casa con sostegno", Franco Angeli, Milano 2001,
    "Cura familiare, cura professionale", in G. Colombo, E. Cocever, L. Bianchi,
    "Il lavoro di cura", Roma 2004.

    Più recentemente ha lavorato sulla questione della socializzazione della maternità e ha pubblicato: intervista con Giannina Longobardi a "Una città" n. 183, aprile 2011 "Le tombe vuote".

    Sulle madri di Plaza de Mayo ha scritto anche un articolo per Via Dogana", n. 202, settembre 2012, "Il nemico non abita più qua. Le madri di Piazza di Maggio".

    In un testo del 2001 in un convegno dal titolo "Le maestre e il professore" a cura di Vito Cosentino e Guido Armellini ha scritto di se: "Io sono un professore ma è tutta la vita che tento di essere una docente e da sempre sono alla ricerca di maestre da cui imparare".

    Nel 2009 insieme a Giuditta Creazzo ha curato la stesura del libro "Uomini che maltrattano le donne. Che fare?".



    I suoi libri su