• Sulle ali della fantasia, ogni libro apre i confini della mente, per rendere infiniti i paesaggi del mondo interiore...
  • Non sentite anche voi diffondersi un delicato ed irresistibile profumo di libri?
  • Mani che creano veloci, occhi che cercano colori e ricordi, desideri antichi di inventare nuove forme: la Bellezza che l'anima rincorre!

Biografia di

 

  • Roald Dahl
  •  

    Roald Dahl

    "Gli adulti sono troppo seri per me. Non sanno ridere.
    Meglio scrivere per i bambini, è l'unico modo per divertire anche me stesso."
     
    "Non ho niente da insegnare.
    Voglio soltanto divertire.
    Ma divertendosi con le mie storie i bimbi imparano la cosa più importante:
    il gusto della lettura."


    I suoi libri

    Roald Dahl è stato uno scrittore, sceneggiatore e aviatore britannico, conosciuto soprattutto per i suoi romanzi per l'infanzia.
    È anche stato co-inventore della valvola WDT (Wade-Dahl-Till), utilizzata per contrastare gli effetti dell'idrocefalia.
    Roald Dahl nacque il 13 settembre 1916 nella città di Llandaff, nel Galles, da genitori norvegesi.
    Dopo un'infanzia e un'adolescenza segnate dalla morte del padre e della sorellina Astrid, consumato dalla severità e dalla violenza dei sistemi educativi dei collegi inglesi, Roald decise di non iscriversi all'università e trovò impiego presso la Shell Petroleum Company, compagnia scelta perché permetteva di viaggiare e vivere nello sconfinato impero britannico.
    Trascorse 4 anni lavorando nell'Africa Orientale Britannica, soprattutto nelle colonie britanniche del Kenya e della Tanzania.
    Nel 1939, allo scoppio della seconda guerra mondiale, Dahl si arruolò nella Royal Air Force, dove ottenne rapidamente il grado di tenente pilota, compiendo missioni dal Kenya alla Libia, alla Grecia, oltre che contro l'aeronautica del governo di Vichy in Siria e Libano.

    Subì tuttavia un grave incidente dovuto ad un atterraggio di fortuna nel deserto per esaurimento del carburante. Rimasto senza vista per alcuni mesi e con numerose fratture anche al cranio, riuscì a ristabilirsi e, malgrado avesse da tempo ricominciato a volare e combattere, fu in seguito scartato ad una visita di controllo perché si erano verificati numerosi casi di cecità temporanea mentre eseguiva picchiate ad alta velocità.
    Dopo un breve periodo di convalescenza fu inviato all'ambasciata britannica a Washington, dove (con il grado di Wing Commander) avrebbe dovuto coadiuvare l'attaché aeronautica; in realtà il suo lavoro consisteva in propaganda e spionaggio, ruolo in cui si trovavano impegnati in quel momento numerosi intellettuali e futuri scrittori britannici.

    Nel 1942 ebbe inizio la sua carriera di scrittore, con un racconto per bambini che aveva cominciato a scrivere durante il suo trasferimento a Washington, dove aveva conosciuto Cecil Scott Forester. Scrisse infatti, grazie a questo incontro, una storia ispirata alle sue avventure durante la guerra: Shot Down Over Libya. Il suo primo libro per bambini a riscuotere un grande successo fu "James e la pesca gigante", pubblicato nel 1961 e trasposto in un film d'animazione nel 1996.

    Ms non fu solo scrittore per bambini, anche un scrittore da un acuto senso umoristico, dimostrando che, nonostante le difficoltà della vita, ha saputo sempre dimostrare una forza d'animo notevole, e sviluppare una leggerezza nel suo stile di scrittura nel descrivere le tragedie dell'umanità, accompagnata, comunque da una giusta dose di lucido sarcasmo.



    Nel 1953 sposa una celebre attrice, Patricia Neal, da cui avrà cinque figli.

    La sua vita familiare però è sconvolta da una serie di terribili drammi familiari: dapprima il figlio neonato subisce una gravissima frattura cranica, in seguito la figlia di sette anni muore per le complicazioni del morbillo, infine la moglie Patricia è costretta sulla sedia a rotelle da un'emorragia cerebrale.
    Nel 1990 la figliastra Lorina morirà per tumore al cervello, pochi mesi prima di lui.

    Tornato in Gran Bretagna Dahl acquista una popolarità sempre più vasta come scrittore per bambini e, negli anni '80, grazie anche all'incoraggiamento della seconda moglie Felicity, scrive quelli che possono essere considerati i suoi capolavori:




















     
    "I Gremlins" (The Gremlins, 1943),
    "James e la pesca gigante" (James and the Giant Peach, 1961),
    "La fabbrica di cioccolato", 1964,
    "Il dito magico" (The Magic Finger, 1966),
    "Furbo, il signor Volpe" (Fantastic Mr Fox, 1970),
    "Il grande ascensore di cristallo", (Charlie and the great glass elevator, 1972),
    "Danny il campione del mondo" (Danny, The Champion Of The World, 1975),
    "Il coccodrillo enorme" (The Enormous Crocodile, 1978),
    "Gli Sporcelli", 1980,
    "La magica medicina" (George's Marvellous Medicine, 1981), "Il GGG", 1982,
    "Le Streghe", 1983,
    "Il libro delle storie di fantasmi" (Roald Dahl's Book of Ghost Stories, 1983) - introduzione di Roald Dahl,
    "Boy", 1984,
    "Io, la giraffa e il pellicano" (The Giraffe and the Pelly and Me, 1985),
    "In solitario. Diario di volo" (Going Solo, 1986),
    "Matilde", 1988,
    "Agura Trat" (Esio trot, 1990),
    "Il vicario, cari voi" (The Vicar of Nibbleswicke, 1991),
    "I Minipin" (The Minipins, 1991).
    E' stato anche sceneggiatore di film tratti dai suoi racconti.
    Così "Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato", del 1971 per la regia di Mel Stuart (tra gli attori interpreti: Gene Wilder, Jack Albertson, Ursula Reit, Peter Ostrum e Roy Kinnear), è una curiosa storia dove il proprietario di una fabbrica di cioccolato bandisce un concorso: i cinque bambini vincitori potranno entrare nella misteriosa fabbrica e scoprirne i segreti.

    Film tratti da opere di Dahl




















     
    "Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato" (Willy Wonka & the Chocolate Factory), regia di Mel Stuart (1971). Con Gene Wilder; dall'omonimo romanzo del 1964.
    "Il brivido dell'imprevisto" (Tales of the Unexpected), serie TV (1979). Nelle prime stagioni gli episodi riprendono i racconti tratti dalle antologie Storie impreviste, Kiss Kiss e Someone like You.
    "Il mio amico gigante" (The BFG - The Big Friendly Giant), regia di Brian Cosgrove e Mark Hall (1989). Film d'animazione, dal romanzo Il GGG del 1982.
    "Chi ha paura delle streghe?", regia di Nicolas Roeg (1990). Con Jasen Fisher, Anjelica Huston, Mai Zetterling; dal romanzo Le streghe del 1983.
    "Matilda 6 mitica", regia di Danny DeVito (1996). Con Mara Wilson, Danny DeVito, Rhea Perlman, Embeth Davidtz; dal romanzo Matilda del 1988.
    "James e la pesca gigante", regia di Henry Selick (1996). Prodotto, tra gli altri; da Tim Burton, dall'omonimo romanzo del 1961.
    "La fabbrica di cioccolato", regia di Tim Burton (2005). Con Johnny Depp, Freddie Highmore e David Kelly; dall'omonimo romanzo del 1964.
    "Fantastic Mr. Fox", regia di Wes Anderson (2009); film d'animazione in stop motion; dal romanzo Furbo, il signor Volpe del 1970.
    "Il GGG - Il grande gigante gentile" (The BFG), regia di Steven Spielberg (2016); dal romanzo Il GGG del 1982.
    "Le streghe" (The Witches), regia di Robert Zemeckis (2020)
    Roald Dahl ha scritto anche libri per adulti, racconti il cui tema centrale è la sofferenza che nasce dalla crudeltà, la sopraffazione e l'imbarazzo.
    Ritiratosi in una grande casa di campagna, Roald Dahl è morto il 23 novembre 1990 di leucemia.

    Fonti: Wikipedia, biografieonline.it




    I suoi libri su