• Sulle ali della fantasia, ogni libro apre i confini della mente, per rendere infiniti i paesaggi del mondo interiore...
  • Non sentite anche voi diffondersi un delicato ed irresistibile profumo di libri?
  • Mani che creano veloci, occhi che cercano colori e ricordi, desideri antichi di inventare nuove forme: la Bellezza che l'anima rincorre!

I segni zodiacali: Il Toro









Libri       Approfondimenti       Curiosità      Aggiornamenti




Il Toro, conservatore e costruttivo!

Ecco il Toro!
Bello solido, lui!
Ma nulla è permanente!
Soprattutto ora!



Il Segno del Toro è essenzialmente conservatore e costruttore, rappresenta, cioè, l’energia della Terra che si sviluppa, cresce e si consolida, nutrendosi di ciò che trova attorno a sé, allargando rami e radici e puntando a riprodursi attraverso i fiori, attraendo insetti impollinatori utili ai suoi scopi: tutto deve servire a creare nutrimento ed a favorire la moltiplicazione di sé!

Così le persone del Segno del Toro sono, generalmente, solide e concrete, amanti del buon cibo e del buon sesso, dotate di molto senso pratico ma anche di capacità seduttive, desiderose di avere relazioni utili e durature e di produrre figli ed arte, creazioni valide ed imprese redditizie.

Non sono dei rivoluzionari, non amano di certo portare disordine o mutamenti bruschi, tuttavia possono essere straordinariamente innovativi... a modo loro: dopo un serio lavoro di studio e di raccolta di dati concreti, possono giungere a delle conclusioni... che sono sorprendenti per gli altri ma non per loro!

E una volta che si sono costruiti una solida e ben radicata opinione... non la mollano più!

E dato che amano fare, costruire, intraprendere, si dedicano alla realizzazione materiale ed effettiva delle loro idee, sentendo di fare qualcosa di buono e di utile ed impegnandosi ad abbattere ogni ostacolo ai loto obiettivi.

Ci sono Tori che elaborano poderose teorie “universali”, (come Kant, Marx, Freud, Macchiavelli) che diventano la base per grandi mutamenti sociali e culturali ed altri che passano direttamente all’azione (come Lenin, Hitler, Robespierre, Eva Peron, Che Guevara, Enrico Mattei, Elsa Fornero) correndo anche grossi rischi personali e venendo fortemente amati ed odiati!

Sono tutti assai tenaci, ostinati, resistenti ed ambiziosi, dotati di pazienza e perseveranza... ma per loro fortuna spesso anche amanti dei sensi e del piacere, disposti a godersi con calma il frutto del loto lavoro, apprezzando la convivialità e l’abbondanza, la natura ed il relax!

Karol Wojtyla è stato un papa assai fisico e concreto, Ida Rolf e Moshè Feldenkrais hanno inventato metodi di cura e riabilitazione fisica straordinari, Florence Nightingale ha fondato la Croce Rossa... e la Regina Elisabetta d’Inghilterra non muore mai, rimanendo saldamente attaccata al suo trono, sempre sana e laboriosa come tanti Toro immarcescibili, eterni!

Il loro opposto è lo Scorpione, il Segno della trasformazione drastica e profonda, della morte e della rinascita: negli anni ‘60, quando Nettuno, (il Pianeta del sogno e del misticismo), è transitato in Scorpione, opponendosi al Toro, sono nati tanti Toro fortemente idealisti e romantici, un po’ in difficoltà con la realtà concreta e portati ad avere crisi psicologiche intense... ma anche notevoli intuizioni ed ispirazioni!

Invece, dal 1985 al 1995, quando è toccato a Plutone (il Pianeta del potere, del sesso e della creazione) a transitare in Scorpione, sono nati tanti Toro impetuosi e travolgenti, passionali e tormentati, con qualche problema col cibo, con la possessività e con il sesso...ma con un fascino davvero notevole!

Attualmente, il Transito di Urano in Toro non sembra che dia tanti problemi ai nati del Segno, anche perché sono supportati dai Pianeti in Capricorno: le cose potrebbero cambiare nel 2021, quando Giove e Saturno saranno in Acquario, in quadratura col Toro, creando una tensione con Urano e portando una certa contraddizione interna, fra spinte innovative e conservatrici, fra pressioni sociali e tendenze egocentriche, fra materialità ed idealismo: auguri!

Comunque, il destino dei nati del Toro è quello di dover confrontarsi con la precarietà della vita, con l’impossibilità di controllarla e la fatica di gestirla... giungendo, in qualche modo, ad accettare di non poter trattenere nulla... se si vuole vivere in pace ed in armonia!

Tutto scorre, ogni cosa terrena se ne va, la Natura ricicla se stessa e si evolve, muore e rinasce... e così ha da fare ogni Toro, riconoscendo di far parte del Tutto e che tutto ciò che riceve e conquista, dovrà restituirlo, prima o poi!

Ciao!

Roberto Illario

23 aprile 2020

Che bravo Roberto, vero?
Metti il tuo prezioso
"Like"
sulla pagina del Blog dedicata all'astrologia!






L'Astrologia è lo studio della connessione fra Cielo e Terra, fra alto e basso, fra il mondo interiore umano ed il mondo esterno, fisico ed astronomico: ormai, da millenni, l'Uomo sa che esiste una sincronia fra i ritmi, i cicli della sua vita e della sua evoluzione personale ed i ritmi ed i cicli dei Pianeti del Sistema Solare... continua a leggere