I VIAGGI STRAORDINARI


 
 

I VIAGGI STRAORDINARI - "CLOVIS DARDENTOR"
Autore JULES VERNE

 

"Il mio scopo è stato quello di rappresentare non solo la terra, ma l'intero universo... ed ho cercato di realizzare allo stesso tempo un altissimo ideale di bellezza di stile"

 
 

"Di fronte alla bandiera - Clovis Dardentor"
della serie "Viaggi straordinari"
Autore Jules Verne
13.30 euro


 

 
 

I "Viaggi straordinari" (Voyages extraordinaires) sono una serie inizialmente di 54 romanzi scritti e fatti pubblicare dall'autore francese Jules Verne tra il 1863 e il 1905; a questi sono stati aggiunti altri 8 titoli postumi a cura del figlio Michel Verne tra il 1905 e il 1919 e 18 racconti inseriti nei volumi.
Secondo l'editore di Verne, Pierre-Jules Hetzel, obiettivo precipuo dei Voyages era quello di "descrivere tutte le conoscenze geografiche, geologiche, fisiche ed astronomiche accumulate dalla scienza moderna e raccontate in una forma divertente e pittoresca... una storia dell'universo".
Verne dedica un'attenzione quanto mai meticolosa per i dettagli e le curiosità scientifiche, assieme ad un senso costante di meraviglia e spirito d'avventura; lo stimolo all'esplorazione e alla scoperta vengono a costituire la spina dorsale dei Voyages.
Parte del motivo di fascino costante che portavano questi romanzi di avventura era che il lettore avrebbe potuto davvero imparare conoscenze di materie quali geologia, biologia, astronomia, paleontologia e oceanografia, oltre a conoscere località esotiche e culture di popoli lontani.
Questa grande ricchezza d'informazioni distingue le sue opere come "romanzi enciclopedici".
Le opere di questa serie comprendono sia elementi fantastici sia elementi realistici romanzati, con palesi irruzioni di tanto in tanto nella vera e propria fantascienza (com'è ad esempio il Viaggio al centro della Terra) e nel romanzo scientifico (come Ventimila leghe sotto i mari) precursore della fantascienza.

Ma, prima di ricordare qui sotto i titoli delle opere comprese nei "viaggi", particolare riguardo vogliamo dare a un'opera che, ultimamente ha sollevato un certo polverone nel mondo dei misteri.
Si tratta del "CLOVIS DARDENTOR" del 1896.
Secondo alcuni ricercatori, e in particolare ci riferiamo al lavoro di Michel Lamy pubblicato in Italia da Edizioni Mediterranee con il titolo "JULES VERNE E L'ESOTERISMO", Jules Verne sarebbe stato un massone e in possesso di conoscenze iniziatiche profondamente legate alla leggenda dei Re Merovingi e la loro dinastia "divina" e tanto altro ancora.
Per quanto riguarda lo studio di Lamy, vi invitiamo a cliccare sul titolo sottolineato, aprendo così la scheda sul libro stesso.
Anche il conduttore televisivo Roberto Giacobbo ha dedicato una puntata di "Voyager" a tale argomento, nella puntata del 21 maggio 2011, di cui si trova la registrazione su youtube.

Il "CLOVIS DARDENTOR" narra delle vicende di Marcel Lornans e suo cugino Jean Taconnat, dopo essersi imbarcati per l'Algeria con l'intento di diventare cacciatori nelle terre Africane.
Sulla stessa nave, ci sono i coniugi Désirandelle, piccolo borghesi e il loro gretto figlio Agatocle, che devono ricongiungersi con la futura fidanzata del figlio, Louise Elissane a Orano.
Essi sono accompagnati da Clovis Dardentor, vecchio industriale di Perpignan, dal carattere esuberante e possessore di una discreta fortuna.
Nasce una grande amicizia tra Dardentor e i due giovani, infatti all'arrivo l'industriale presenta Marcel e Jean alla famiglia Elissane. Louise è presto conquistata dal fascino di Marcel, a scapito del suo fidanzato.
In vero, Agathocle manca in tutto, anche in galanteria.
In quanto a Jean, persegue l'idea di salvare la vita di Dardentor per essere adottato da lui Si ingegna per creare l'occasione propizia, ma ironia della sorte, l'eroe è Dardentor che salverà la vita prima a Marcel e poi anche a Jean. Quest'ultimo non raggiungerà mai il suo scopo perché sarà Louise a uccidere il leone che minacciava Dardentor e diverrà figlia adottiva del Perpignanese.
Louse sposerà Marcel e Jean verrà preso sotto la tutela dell'industriale come "nipote adottivo".
Solo i Desirandelle ritorneranno a casa furiosi e sconfitti.
Verne conclude il suo romanzo con un cenno esplicito al teatro.
Infatti fin dalla giovinezza, l'autore è stato follemente innamorato del teatro.
Lo provano i numerosi pezzi scritti, di cui la maggior parte non sono mai andati in scena.
Nel romanzo, il narratore mostra una grande gioia nell'utilizzo dei giochi di parole, che solo Dardentor supererà nonché un numero sorprendente di neologismi.
Jules Verne sembra affermare che l'unica realtà che può produrre la letteratura alla fine del XIX secolo, è la materialità della letteratura.
Il romanzo d'avventura vissuta.
 
Per descrivere le isole Baleari, che Verne non ha visitato durante i suoi viaggi nel Mediterraneo, l'autore è stato ispirato dal lavoro geografico di Luigi Salvatore d'Asburgo-Lorena, Baleares.
Un'edizione deluxe è stata offerta da Salvatore stesso a Verne che ne ha ricavato le informazioni necessarie.
In "Clovis Dardentor", lo scrittore celebra il lavoro di Luigi Salvatore:
"Sarebbe inutile preoccuparsi di uscire di casa e mettersi in viaggio, non c'è bisogno di andare in prima persona ad ammirare le meraviglie naturali consigliate ai viaggiatori. Basterebbe fermarsi in una biblioteca, a condizione che la stessa possieda il libro di Sua Altezza arciduca Luigi Salvatore d'Austria sulle Isole Baleari, per leggerne il testo completo e preciso, a guardare i colori delle stampe, i disegni, gli schizzi, i progetti, le mappe, che fanno di questa pubblicazione un lavoro senza rivali.»
 
Michel Lamy, nel suo libro "JULES VERNE E L'ESOTERISMO" sostiene che tutta l'opera di Clovis Dardentor sia un infinito riferimento a nomi di persone o di luoghi geografici legati a "Rennes-le-Châteaux", alla storia del priore Bérenger Saunière e alla leggenda di Maria Maddalena e i Re Merovingi.
(per approfondire questi argomenti segui il settore IL SACRO GRAAL).  
Per chi ha voglia di addentrarsi, con spirito avventuroso, proprio come un protagonista di una storia di Jules Verne, nelle antiche e misteriose radici della cultura francese del periodo medievale dei cavalieri templari, gli argomenti non mancano e i libri neppure!!!
Anche la celebre e moderna serie di Dan Brown (Angeli e Demoni, Il codice Da Vinci, Il simbolo perduto e Inferno) si ispira a questi delicati ed affascinanti argomenti, e mettono in evidenza un argomento antico e attuale insieme: la sacralità del femminino, il rispetto che il Maestro Gesù portava alle donne (assolutamente non scontato nella cultura ebraica dei suoi tempi).

 
Per approfondire questi argomenti, ti invito a visitare la sezione "Il femminile che cresce per un mondo migliore".
Tanti libri sulla psicologia del femminile, e anche tanti libri di ricerche storiche nelle antiche filosofie che consideravano il femminile importante e imprescindibile dalla vera crescita, sia individuale che collettiva. Seguiteci anche qui!
 
Jules Verne, allora, ci invita a conoscere di mondi lontani, a leggere di grandi avventure, ma forse ci vuole portare ad imparare a leggere fra le righe, per cogliere i preziosi valori archetipi delle favole, dove la fantasia, spaziando al di là del quotidiano, va a toccare vibrazioni superiori, messaggi subliminali ma anche sublimi, per stimolare la nostra anima a sollevarsi dal grigiore delle abitudini al mondo pieno di colori che solo la consapevolezza superiore può farci vedere.
Jules Verne dimostra ancora una volta di possedere una conoscenza veramente profonda e fuori dall'ordinario, all'avanguardia rispetto ai suoi tempi e forse ancora troppo avanti per i nostri tempi!
 
Elenco dei titoli dei "Viaggi straordinari"
La maggior parte dei romanzi della serie (ad eccezione di Cinque settimane in pallone, Viaggio al centro della Terra e Il mondo sottosopra)
furono originariamente pubblicati a capitoli in periodici.

- Cinque settimane in pallone (Cinq semaines en ballon): 1863
- Le avventure del capitano Hatteras (Voyages at aventures du capitaine Hatteras) pubblicato in due parti, Les Anglais au Pôle Nord (1866) e Le Désert de glace (1866): 1867
- Viaggio al centro della Terra (Voyage au centre de la Terre): 1864, riveduto nel 1867.
- Dalla Terra alla Luna (De la Terre à la Lune): 1865
- I figli del capitano Grant (Les enfants du capitaine Grant): pubblicato in tre parti tra il 1867 e il 1868.
- Ventimila leghe sotto i mari (Vingt mille lieues sous les mers): pubblicato in due parti tra il 1869 e il 1870
- Intorno alla Luna (Autour de la Lune): 1870
- Una città galleggiante (Un ville flottante): 1871 + I violatori del blocco (Les Forceurs de blocus)
- Avventure di tre russi e tre inglesi nell'Africa australe (Aventures de trois Russes et de trois Anglais dans l'Afrique australe) pubblicato a puntate in Magasin d'Éducation et de Récréation: 1872
- Il paese delle pellicce (Le pays des fourrures): 1873
- Il giro del mondo in 80 giorni (Le tour du monde en quatre-vingt jours): 1873
- L'isola misteriosa (L'île mystérieuse) pubblicato in tre parti:Les naufragés de l'air (1874), L'Abandonné (1875) et Le secret de l'île (1875)
- I naufraghi del Chancellor (Le Chancellor): 1875 + Martin Paz
- Michele Strogoff (Michel Strogoff): 1876
- Le avventure di Ettore Servadac (Hector Servadac, Voyages et Aventures à Travers le Monde Solaire): 1877
- Le Indie nere (Les Indes noires): 1877
- Un capitano di quindici anni (Un capitaine de quinze ans): 1878
- I cinquecento milioni della Bégum (Les 500 millions de la Bégum): 1879
- Le tribolazioni di un cinese in Cina (Les Tribulations d'un chinois en Chine): 1879
- La casa a vapore (La Maison à vapeur): 1880 - La Jangada. Ottocento leghe sul Rio delle Amazzoni (La Jangada. Huit cents lieues sur l'Amazone): 1881 - La scuola dei Robinson (L'École des Robinsons): 1882 - Il raggio verde (Le rayon vert) + Dix heures en chasse
- Keraban il testardo (Kéraban-le-Têtu): 1883
- La stella del Sud (L'Étoile du Sud): 1884
- L'arcipelago in fiamme (Archipel en feu): 1884
- Mathias Sandorf (Mathias Sandorf): 1885
- Un biglietto della lotteria (Un billet de loterie) 1886 + Frritt-Flacc (racconto)
- Robur il conquistatore (Robur le conquérant): 1886
- Nord contro Sud (Nord contre Sud): 1887
- La strada per la Francia (Le Chemin de France): 1887 + Gil Braltar
- Due anni di vacanze (Deux ans de vacances): 1888
- Famiglia senza nome (Famille sans nom): 1889
- Il mondo sottosopra (Sans dessus dessous): 1889
- César Cascabel (César Cascabel): 1890
- Mistress Branican (Mistress Branican): 1891
- Il castello dei Carpazi (Le château des Carpathes): 1892
- Claudius Bombarnac : 1893
- Avventure di un ragazzo (P'tit bonhomme): 1893
- Le mirabolanti avventure di mastro Antifer (Mirifiques aventures de maître Antifer): 1894
- L'isola a elica (L'Île à hélice): 1895
- Di fronte alla bandiera (Face au drapeau): 1896
- Clovis Dardentor: 1896
- La sfinge dei ghiacci (Le Sphinx des glaces): 1897
- Il superbo Orinoco (Le Superbe Orénoque): 1898
- Il testamento di uno stravagante (Le Testament d'un excentrique): 1899
- Seconda patria (Seconde patrie): 1900
- Il villaggio aereo (Le Village aérien o The Village in the Treetops): 1901
- Le fantasie di Jean-Marie Cabidoulin (Les histoires de Jean-Marie Cabidoulin): 1901
- I fratelli Kip (Les Frères Kip): 1902
- Borse di viaggio ( Bourses de voyage): 1903
- Un dramma in Livonia (Un drame en Livonie): 1904
- Padrone del mondo (Maître du monde): 1904
- L'invasione del mare (L'Invasion de la Mer): 1905

Ampiamente modificati, e in alcuni casi interamente scritti dal figlio Michel, vi sono le seguenti aggiunte postume alla serie:

- Il faro in capo al mondo (Le Phare du bout du monde): 1905
- Il vulcano d'oro (Le Volcan d'Or): 1906
- L'agenzia Thompson & C. (L'agence Thompson & Co.): 1907
- Caccia alla meteora (La Chasse au Météore): 1908
- Il pilota del Danubio (Le Pilote du Danube conosciuto anche come Le Beau Danube jaune): 1908
- Les Naufragés du "Jonathan": 1909
- Il segreto di Wilhelm Storitz (Le secret de Wilhelm Storitz ): 1910
- L'Étonnante Aventure de la mission Barsac: 1919  
Fonti: Wikipedia

Pagina di approfondimento: I MISTERI DI JULES VERNE